Teoria dei Giochi per Negoziatori eBook

Un compendio scientifico sulle strategie negoziali

Il compendio scientifico sulla matematica dei negoziatori

La teoria dei giochi è un ramo della matematica e dell'economia che analizza i comportamenti razionali delle persone in situazioni d'interdipendenza strategica: cioè studia come decidiamo di agire quando i risultati delle nostre scelte dipendono anche dalle scelte di qualcun altro.

Teoria dei Giochi per Negoziatori è un compendio pensato e scritto per gli avvocati e per i mediatori coinvolti in trattative complesse, che devono preparare setting difficili e che devono analizzare a posteriori le riunioni svolte con le controparti.

L'eBook spiega come usare gli strumenti matematici nel campo della negoziazione, per studiare le strategie operative e per condurre le trattative distributive: dalle divisioni ereditarie alla contrattazione dei prezzi.

L'eBook insegna come costruire le proprie strategie e come valutare quelle altrui, usando funzioni logico-matematiche con cui calcolare il valore delle scelte disponibili, per decidere cosa fare in situazioni complesse o di incertezza.

Il lettore impara a mettere in pratica strumenti matematici, spiegati con un linguaggio semplice e verificabile da chiunque, anche con l'uso di tabelle e diagrammi. I termini tecnici sono evidenziati affinché il lettore possa approfondirne la conoscenza in altre sedi, anche sfruttando i riferimenti bibliografici citati nel testo.

Teoria dei Giochi per Negoziatori fornisce le informazioni e gli strumenti più importanti per chi negozia professionalmente o per chi vuole imparare a negoziare soluzioni per transazioni distributive.

L'eBook è privo di informazioni superflue o ridondanti proprio perché serve a organizzare velocemente schemi e risorse con cui prendere decisioni complesse.

Indice del compendio di Teoria dei Giochi per Negoziatori


  1. Introduzione.
  2. Presupposti sulla razionalità.
  3. Rappresentazione dei giochi.
  4. Analisi e scelte ottime.
  5. Giochi a somma zero.
  6. Incertezza.
  7. Scelte in assenza di comunicazione.
  8. Alternative migliori e peggiori.
  9. Bibliografia.
  10. Collegamenti esterni.