Linguaggio Affettivo

Tecniche di comunicazione in famiglia

famiglia

I rapporti familiari attivano affetti ed emozioni intense, fanno vivere gioie e dolori profondi: le persone così vicine condividono l’armonia e il conflitto perché la famiglia soddisfa i bisogni di affetto, di amore, di comprensione e di accoglienza; ma può anche farci sentire frustrati, se non vengono riconosciuti i nostri bisogni profondi.

La vita in famiglia amplifica la componente emotiva della comunicazione, ma le persone spesso non se ne accorgono: comunicano sull’onda delle emozioni e ne subiscono gli effetti, ma senza capire perché e senza riuscire ad evitare il disagio proprio e quello degli altri familiari.

Sperimentare nuove modalità di comunicazione consente di chiarire i propri bisogni, di farli capire agli altri e di capire i loro bisogni; consente di superare i malintesi a vantaggio di un ambiente familiare più sereno e di reciproca comprensione.

Essere capaci di comunicare i propri sentimenti e bisogni profondi, anziché accuse, pretese e giudizi: significa interagire mettendo al centro della famiglia le cose veramente importanti per il nucleo e per ogni persona che ne fa parte.

Ogni persona ha i propri bisogni materiali e affettivi; e ha il proprio modo di esprimerli, non sempre chiaro. Dire: «Mi fai innervosire quando lasci i vestiti per terra in camera» sembra un attacco. La stessa cosa si può dire centrando la frase sui propri bisogni: «Quando vedo i vestiti per terra mi sento arrabbiata perché ho bisogno che ci sia ordine in casa».

Si può imparare ad esprimere chiaramente i sentimenti e i bisogni per disinnescare le trappole degli attriti familiari. E basta che un solo membro della famiglia cominci a comunicare in modo diverso, per disinnescare quelle trappole, perché il sistema familiare si riadatta da sé a ogni cambiamento interno.

Telefona allo 06 6485 0030 o scrivi a info@iformedite.com

Un incontro di 3 ore riservato a 12 partecipanti

Per imparare un metodo pratico di comunicare; con la possibilità di partecipare anche a un secondo incontro di verifica e di approfondimento.

Un corso interattivo e dinamico che vi mette subito in condizione di sperimentare con la pratica quanto appreso durante le sessioni di lavoro teorico.

Il coinvolgimento attivo è essenziale, perciò servono almeno 6 partecipanti per svolgere le esercitazioni, ma col limite di 12 partecipanti per massimizzare l’efficacia dell’interazione.

Struttura del corso di 3 ore

corso

I partecipanti possono frequentare un secondo incontro di follow-up di 3 ore (6-12 partecipanti), che serve a:

Contattaci per programmare un corso sul Linguaggio Affettivo per la Famiglia

Telefona allo 06 6485 0030 o scrivi a info@iformedite.com