Corsi online per Mediatori Civili

Corsi base e Aggiornamento biennale

Se stai leggendo questa pagina, probabilmente vuoi acquisire la qualifica di Mediatore civile oppure sei un Mediatore civile che deve aggiornarsi per conservare la qualifica; e pensi di poterlo fare seguendo un corso on-line, che ti consente di risparmiare tempo, studiando i contenuti quando vuoi e in perfetta autonomia.

Purtroppo non serve a niente farlo!

Hai letto bene: i corsi on-line di mediazione civile non hanno validità legale. Puoi verificarlo leggendo il D.M. 180/2010 (art. 18): un ente di formazione deve disporre di “strutture logistiche per lo svolgimento dell’attività didattica”, cioè aule; e deve erogare corsi “comprensivi di sessioni simulate partecipate dai discenti”, che devono interagire in presenza.

La formazione dei mediatori è un percorso complesso e multidisciplinare che implica la costruzione di una relazione intellettuale con i docenti, verifiche costanti e, soprattutto, la condivisione dell’esperienza: NON si può fare in autonomia o a distanza!

I corsi erogati on-line possono integrare la formazione in aula (54 ore di corso base oppure 18 ore di aggiornamento), ma NON possono sostituire la formazione in aula: 54 ore di corso base consentono di apprendere le nozioni teoriche (diritto, psicologia, comunicazione, economia) e di fare esperienza pratica con le tecniche di mediazione; 18 ore di aggiornamento servono ad approfondire le criticità giuridiche e a perfezionare l’uso delle tecniche di comunuicazione. Entrambi i percorsi si basano sulla sperimentazione pratica insieme ai docenti e insieme agli altri discenti per costruire un’esperienza condivisa che l’apprendimento on-line non consente di fare.

Il Ministero della giustizia rifiuta l’iscrizione dei mediatori che hanno seguito solo corsi on-line: perciò spendere i tuoi soldi per un corso on-line di mediazione ha senso solo se vuoi approfondire la materia e se già hai conseguito gli attestati (di qualifica o di aggiornamento) frequentando le lezioni in aula presso un organismo riconosciuto dal Ministero della giustizia.