Corso di Aggiornamento per Mediatori Civili a Roma

18 ore biennali ai sensi del D.M. 180/2010

Migliora le abilità negoziali e conserva la qualifica di mediatore civile e commerciale stragiudiziale.

Roma, 22 e 23 Settembre 2017.

Descrizione e obiettivi del corso di aggiornamento per mediatori civili

Corso di Aggiornamento per Mediatori Civili

Un mediatore che partecipa al corso di aggiornamento biennale scopre e migliora le proprie capacità, seguendo lezioni, esercitazioni pratiche e simulazioni basate su esperienze reali; apprende e migliora le tecniche di comunicazione e negoziazione, con cui gestire ogni sessione di mediazione.

I mediatori iscritti al corso di aggiornamento imparano a somministrare le domande potenti, a eseguire la ristrutturazione semantica, a individuare le alternative negoziali delle parti (BATNA e WATNA) e a contenere e dissipare le emozioni negative, per superare i momenti di stallo di ogni trattativa.

Il mediatore che frequenta le 18 ore di corso biennale sperimenta le tecniche con cui gestire il primo incontro programmatico: fase in cui il mediatore imposta un clima collaborativo che induce le parti a proseguire e concludere proficuamente la mediazione.
Il primo incontro programmatico ha assunto un ruolo chiave nella procedura di mediazione stragiudiziale perché le parti potrebbero perdere l'opportunità di conciliare la lite, se il mediatore perde l'occasione di dimostrare i vantaggi della procedura.

Un mediatore capace di gestire il primo incontro in maniera efficace e capace di far conciliare la lite è un collaboratore prezioso per gli organismi di mediazione.

I mediatori, durante il corso di aggiornamento, discutono le criticità della normativa e confrontano le loro esperienze con quelle dei docenti, per trovare soluzioni ai problemi che si presentano durante le mediazioni.

Il corso di aggiornamento biennale consente ai mediatori di approfondire le questioni relative a forma e contenuti del verbale di mediazione e ai principi di riservatezza interna e esterna.

I mediatori che partecipano al corso di aggiornamento svolgono esercitazioni e simulazioni per prendere dimestichezza con la nuova struttura del discorso introduttivo, fondamentale per svolgere una mediazione proficua.

Il corso biennale di 18 ore è riconosciuto dal Ministero della Giustizia ed è necessario per conservare la qualifica di Mediatore civile e commerciale stragiudiziale ex D.M. 180/2010 e D.Lgs. 28/2010.

Quota di iscrizione: € 345,65 ridotti a € 172,50 se procedi all'acquisto adesso tramite

Oppure esegui un bonifico sull'IBAN IT87O0569603224000003018X15.

Telefona allo 06 6485 0030 o scrivi a info@iformediate.com per chiedere informazioni.

Chi deve aggiornarsi e perché

L'aggiornamento biennale serve a conservare la qualifica di mediatore civile e commerciale stragiudiziale. I mediatori che hanno perfezionato l'aggiornamento biennale possono continuare ad assumere gli incarichi di mediazione da parte degli organismi con cui collaborano.

I mediatori che frequentano il corso di aggiornamento biennale, inoltre, si allenano ad usare le tecniche di mediazione, imparano gli strumenti di negoziazione più evoluti, analizzano la normativa e la giurisprudenza più recenti.

I mediatori devono frequentare un corso di aggiornamento di 18 ore biennali ex D.M. 180/2010 (art. 4, c. 3b), oltreché partecipare a 20 incontri di mediazione, in veste di tirocinanti.

Avvocati mediatori e corsi di aggiornamento.

La Delib. CNF 21/02/2014, Circ. 6-C/2014, prevede che gli avvocati possano:

  • Svolgere l'attività di mediatori civili dopo aver frequentato un corso della durata di 15 ore, di cui 5 dedicate alla normativa e 10 dedicate alle tecniche di negoziazione, oltreché assistere ad almeno 2 procedure di mediazione condotte da altri.
  • Conservare la qualifica di mediatori frequentando un corso di 8 ore, oltreché partecipare ad 1 incontro con un docente esperto o a un incontro annuale di studio dei casi pratici.

La Delib. CNF 21/02/2014 (Circ. 6-C/2014) e la Circ. Min. 27.11.2013 ritengono che il D.Lgs. 28/2010 rimetta al COA e al CNF il compito di erogare i corsi di aggiornamento per avvocati mediatori di diritto, ma distorcono la norma (D.Lgs. 28/2010), che all'art. 16 (c. 4 bis), invece, cita l'art. 55 bis, ora 62, del Codice deontologico forense; articolo relativo ai rapporti tra avvocati mediatori, organismi di mediazione e clienti, per cui i professionisti devono evitare conflitti d'interessi e situazioni d'incompatibilità, senza alcun riferimento alle modalità di formazione e aggiornamento.

L'art. 16 (c. 4 bis) del D.Lgs. 28/2010, anzi, stabilisce che gli avvocati mediatori di diritto devono «mantenere la propria preparazione con percorsi di aggiornamento teorico-pratici a ciò finalizzati». La normativa di riferimento (D.Lgs. 28/2010 e D.M. 180/2010) riserva proprio ai centri di formazione iscritti nel registro del Ministero della Giustizia l'erogazione dei corsi di formazione e aggiornamento per mediatori.

Il Consiglio di Stato, con sent. 17.11.2015, ha confermato che «va esclusa ogni opzione normativa o ermeneutica che possa anche solo dare l’apparenza di un ridimensionamento delle esigenze» di formazione e aggiornamento specifici dei mediatori. Il Consiglio di Stato, perciò, ha escluso la possibilità di ridurre gli oneri di formazione a carico degli avvocati, che devono seguire i corsi di abilitazione alla professione di mediatore civile di 54 ore e quelli di aggiornamento di 18 ore.

Gli enti di formazione accreditati dal Ministero della Giustizia, come IforMediate, erogano i corsi di formazione e di aggiornamento per mediatori civili ai sensi del D.Lgs. 28/2010 e del D.M. 180/2010. Corsi che, comunque, hanno efficacia per gli avvocati proprio in virtù della loro qualifica di mediatori di diritto.

Le norme (D.Lgs. 28/2010 e D.M. 180/2010) consentono agli avvocati di scegliere i corsi di formazione o di aggiornamento che preferiscono: accreditati dal CNF o dal COA oppure accreditati dal Ministero della Giustizia. Escludere gli avvocati dai corsi degli organismi iscritti nel registro ministeriale limiterebbe senza motivo la libertà dei professionisti e, infatti, le norme escludono tale ipotesi.

L'art. 11 della L. 247/2010 sulla professione forense conduce a conclusioni identiche perché vuole che i professionisti svolgano la formazione continua sotto la direttiva del CNF o del COA per quanto concerne la formazione per avvocati, anziché per mediatori. Chi volesse estendere anche la formazione per mediatori alla previsione dell'art. 11 negherebbe agli avvocati la possibilità di scegliere tra percorsi formativi brevi (CNF o COA) o ordinari (organismi iscritti al registro ministeriale), senza che tale limitazione sia prevista effettivamente da una fonte normativa.

Termini dell'obbligo di aggiornamento.

La Circ. Min. 20.12.2011 fa decorrere l'obbligo di aggiornamento biennale dei mediatori civili:

  • Dal momento della prima iscrizione nell'elenco dei mediatori di un organismo, se successiva all'entrata in vigore del D.M. 145/2011 (26.08.2011).
  • Dal 26.08.2011, se il mediatore ha ottenuto l'iscrizione nell'elenco di un organismo di mediazione prima di tale data.

Procedi all'acquisto adesso

Usa PayPal oppure esegui un bonifico sull'IBAN IT87O0569603224000003018X15 per pagare la quota ridotta a € 172,50 lordi.

Contenuti e orari del corso di Aggiornamento per Mediatori Civili

Quando: Venerdì e Sabato 22 e 23 Settembre 2017 (ore 09:00 - 18:30, con pausa pranzo).

Come funziona un colloquio difficile

Chi deve maturare solo 8 ore può seguire una sola giornata o due mezze giornate a scelta, con quota d'iscrizione ridotta a € 90,50.

Dove: IforMediate, Roma, in Via Tuscolana n. 44 (fermata Re di Roma della linea metropolitana A).

Le lezioni si tengono in aula per massimo 15 partecipanti.

Docenti: Avv. Prof. Stefano Rossi (Università di Roma "La Sapienza") e Dr. Osvaldo Duilio Rossi.

Ogni iscritto riceve l'e-book Cultura Negoziale (del valore di € 24,99), oltreché dispense in formato elettronico (pdf), per seguire e ripassare le lezioni.

Chi frequenta il corso di aggiornamento partecipa attivamente, in veste di mediatore e/o di litigante, a simulazioni basate su casi reali, oltreché sulle esperienze pregresse dei mediatori stessi.

Programma del corso di aggiornamento per mediatori civili:

  1. Normativa sulla mediazione:
    • D.L. 69/2013.
    • L. 98/2013.
    • Nuovo D.Lgs. 28/2010.
    • Nuovo D.M. 180/210.
    • Giurisprudenza recente e criticità procedurali.
  2. Comunicazione efficace:
    • Ascolto attivo.
    • Tecniche di formulazione delle domande potenti.
    • Ristrutturazione semantica.
    • Linguaggio non-verbale.
    • Contenimento delle emozioni.
    • Focusing e training emotivo.
  3. Mediazione civile e commerciale
    • Nuove fasi della mediazione.
    • Protocollo di negoziazione.
    • Nuovo discorso introduttivo.
    • Contenuti e forma del verbale.
    • Criticità procedurali.
    • Simulazioni ed esercitazioni pratiche basate su esperienze reali.

Iscriviti adesso al corso di aggiornamento biennale per mediatori

Paga la quota ridotta (€ 172,50 lordi) tramite il circuito sicuro PayPal:

oppure scrivi un'e-mail a info@iformediate.com per comunicare i tuoi dati ed esegui un bonifico (€ 172,50) sull'IBAN IT87O0569603224000003018X15.

Il bonifico e la transazione PayPal certificano la tua sicrizione al corso di Aggiornamento per Mediatori Civili e Commerciali.

Riceverai un'e-mail col materiale didattico e la conferma di date e orari 3 giorni prima dell'inizio del corso di Aggiornamento.

Cosa riporterai a casa

L'attestato di partecipazione al corso perfeziona l'aggiornamento biennale ex D.M. 180/2010.

Il mediatore che frequenta il corso di aggiornamento biennale approfondisce la conoscenza della normativa più recente, criticandone gli aspetti pratici, per trovare soluzioni concrete ai problemi che si presentano durante lo svolgimento delle mediazioni:

  • Svolgere il primo incontro di mediazione con le parti, costruendo un clima cooperativo e favorevole alla mediazione.
  • Rispondere alle critiche gratuite e alle obiezioni.
  • Cosa dire o non dire durante il discorso introduttivo.
  • Identificare la competenza territoriale dell'organismo.
  • Come comportarsi in caso di assenza degli avvocati o delle parti.
  • Quali tipi di verbali redigere e come redigerli.

I mediatori che partecipano al corso di aggiornamento ottengono gli strumenti per negoziare più evoluti e più recenti:

  • Far identificare alle parti le loro migliori e peggiori alternative (BATNA e WATNA).
  • Usare la lavagna per eseguire il brainstorming e per sostituire le pretese delle parti con proposte costruttive.
  • Superare i momenti critici di un negoziato, quando le trattative entrano in stallo (c.d. impasse).
  • Gestire e decomprimere le emozioni negative che accecano le parti e che creano tensione.

Ogni iscritto al corso di aggiornamento per mediatori riceve l'e-book esclusivo Cultura Negoziale (come e perché conciliare un accordo amichevole, del valore di € 24,99), oltreché dispense in formato pdf, con schemi, diagrammi e modelli operativi da usare durante ogni mediazione, per interrogare le parti, gestire gli incontri riservati e riepilogare le novità apportate dalla L. 98/2013.

Iscriviti adesso al corso di aggiornamento biennale per mediatori civili

Usa PayPal per pagare la quota ridotta a € 172,50 lordi:

oppure esegui un bonifico sull'IBAN IT87O0569603224000003018X15.

Telefona allo 06 6485 0030 o scrivi un'e-mail a info@iformediate.com per chiedere informazioni.