Comunicazione Istituzionale della Crisi e del Contenzioso

Come proteggere la reputazione aziendale durante una crisi

addetto stampa

Un'azienda che attraversasse uno stato di crisi (commerciale, giudiziaria, ecc.) dovrebbe proteggere la propria reputazione e potrebbe farlo solo comunicando in maniera efficace, tanto col pubblico quanto nel contenzioso.

Un'attività di comunicazione istituzionale coordinata con strategia consente di minimizzare l'impatto della crisi aziendale sul mercato.

L'azienda deve programmare la comunicazione verso tutti i propri stakeholders:

Cosa fare durante una crisi?

Una crisi comporta la necessità di confrontarsi con una situazione imprevedibile che rischia di mettere a rischio la credebilità di un'impresa, quindi i suoi valori e i suoi risultati.

Bisogna innanzitutto proteggere i tre elementi pubblici dell'azienda:

Bisogna quindi comunicare in fretta durante una crisi, ma in maniera efficace.

Le azioni legali: necessarie ma deleterie?

Le azioni legali che coinvolgono un'impresa fanno notizia perché stabiliscono vincitori e vinti (tanto in aula, quanto nel mercato); quindi instillano sfiducia nel pubblico.

Le azioni legali si legano alla crisi d'impresa quando:

Bisogna sempre ricordare che ciascun settore influenza l'altro, secondo caratteristiche specifiche:

GiudizioComunicazione
RazionaleIntuitiva
DettagliatoComplessa
LentoVeloce
ProbatorioInformale
Innocenza presuntaColpevolezza presunta
Rischio del parlareRischio del tacere

Comunicare la crisi d'impresa

Un'azienda coinvolta da crisi o scandali deve gestire la propria immagine al di fuori del tribunale per sostenere le strategie processuali e per proteggere la propria reputazione.

L'azienda in crisi deve comunque fornire un'immagine orientata al futuro perché l'azienda, indipendentemente dall'esito del giudizio, continuerà ad operare.

L'impresa deve organizzare la comunicazione:

Pianificare la comunicazione istituzionale

Ogni comunicazione deve avere un obiettivo e deve essere attivata con i canali funzionali al raggiungimento dell'obiettivo.

I responsabili delle relazioni pubbliche devono pianificare ogni dichiarazione, valutandone l'impatto sulla reputazione aziendale.

I messaggi devono essere comunicati sistematicamente (pianificati in sequenze temporali) e in modo uniforme (secondo un format strategico).

Solo un lavoro di squadra coordinato consente una comunicazione istituzionale efficace: il team deve condividere una politica rigorosa e assicurare un livello di riservatezza assoluta.

Lo storytelling a la ricontestualizzazione metaforica consentono di trasferire la comunicazioine dal piano razionale a quello intuitivo: un team di esperti e creativi riesce a veicolare messaggi efficaci, mentre l'improvvisazione produce risultati negativi.

Cosa Vi Offriamo

Strategia complessiva

Relazioni pubbliche

Pragmatica giudiziale

Comunicazione digitale

Autovalutazione dello stato di crisi:

Compilate la seguente autovalutazione anonima dello stato di crisi: studieremo il caso e Vi contatteremo per fornirVi suggerimenti o proposte. Useremo le Vostre risposte per misurare la gravità della crisi e Vi comunicheremo i tempi di reazione minimi.

Indicare l'e-mail è obbligatorio per ricevere la consulenza e le offerte:
Chi compila il modulo accetta di ricevere aggiornamenti sui servizi e sui corsi di formazione.

Fattori Interni


Fattori interni imprevedibili che hanno determinato la crisi


Fattori interni che potevano essere previsti, ma che sono stati trascurati o sottovalutati


Fattori interni che potevano essere previsti e per i quali sono state pianificate reazioni strategiche

Fattori Esterni


Fattori esterni imprevedibili che hanno determinato la crisi


Fattori esterni che potevano essere previsti, ma che sono stati trascurati o sottovalutati


Fattori esterni che potevano essere previsti e per i quali sono state pianificate reazioni strategiche